cittadine foto di gruppo protagonisti alle prove 1
cittadine foto di gruppo protagonisti alle prove 1

#Cittadine! Alla conquista del voto

Un progetto partecipativo e di successo che ha riscontato un notevole successo di pubblico per entrambe le edizioni.

Dopo mesi di lavoro, lunedì 21 novembre 2016 per tutta la cittadinanza e martedì 22 novembre, solo per le scuole medie inferiori e superiori, è andato in scena al Teatro comunale di Modena Pavarotti la prima dello spettacolo #Cittadine! Alla conquista del voto. Uno strumento di Public History per raccontare la storia del suffragismo italiano.

Nella sua prima edizione, in occasione del 70° anniversario del primo voto delle donne italiane che cadeva nel 2016, lo spettacolo ha coinvolto 7 scuole di danza di Modena e provincia: giovani ballerine e ballerini hanno raccontato la conquista del voto ad una platea composta da 520 studenti e studentesse. Le scuole di danza erano state coinvolte in percorsi formativi dedicati al progetto fin dal mese di giugno. Le insegnanti hanno infatti partecipato ad un primo incontro con Caterina Liotti del Centro documentazione donna di Modena e con il regista Arturo Cannistrà già nella giornata del 20 giugno 2016 (nelle due foto qui sotto).

 

20 giugno scuole di danza 1

 

20 giugno scuole di danza 3

 

A novembre 2016 erano presenti sul palco 113 ragazze e ragazzi, che hanno raccontato ad un pubblico di loro coetanei la lunga battaglia delle italiane per la conquista del voto dall’Unità d’Italia al 1946. Per arrivare a questo importante risultato, le scuole hanno lavorato sotto l'attenta supervisione del regista Arturo Cannistrà che si è avvalso di una drammaturgia scritta da Caterina Liotti e da Paola Gemelli del Centro documentazione donna di Modena. 

Un progetto partecipativo e di successo, quindi, che ha riscontato anche un notevole successo di pubblico, con 455 persone presenti la sera del 21 novembre e 520 la mattina del 22 novembre 2016. Per quanto riguarda le scuole, hanno partecipato: Scuola media Carducci (5 classi); Liceo Venturi (6 classi); Scuola media Paoli (3 classi) Istituto Sacro cuore (1 classe); Istituto Spallanzani Castelfranco (2 classi); ITCG Baggi Sassuolo (2 classi); Liceo Muratori (1 classe) Istituto Selmi (2 classi); Istituto Dante Alighieri (1 classe)

L'EDIZIONE 2018

L'esperienza è stata riproposta con successo anche nell'anno scolastico 2017/2018. Per accompagnare la visione dello spettacolo da un punto di vista didattico, il 16 gennaio 2018 è stato realizzato un incontro di formazione docenti, tenuto da Caterina Liotti (CDD) e da Rosanna Pasi (Fnasd) presso Memo, che ha coinvolto una decina di insegnanti. Lo spettacolo è andato in scena presso il teatro comunale Pavarotti il 9 febbraio 2018. Hanno assistito 368 studentesse e studenti provenienti dalle scuole: medie Ferraris (una classe), Pacinotti di San Cesario (una classe), Ipsia Corni (5 classi), Ite Barozzi (una classe), ISS Venturi (2 classi), Liceo Scientifico Tassoni (una classe), Istituto paritario Dante Alighieri (10 classi) e Istituto Spallanzani di Monteombraro (una classe).

Sempre nel corso del 2018, lo spettacolo è stato replicato anche nel Comune di Pavullo al teatro Mac Mazzieri la sera del 13 marzo (aperto alla cittadinanza) e la mattina del 14 marzo (per le scuole). Hanno partecipato circa 300 studenti e studentesse e altrettanti cittadini. Lo spettacolo è stato poi replicato anche in altre città della provincia di Modena (Mirandola, 19 e 20 febbraio) e della regione (Reggio Emilia, 9-10 marzo e Faenza 19 e 20 maggio).

LO SPETTACOLO

Lo spettacolo è stato riconosciuto come rilevante dalla Commissione europea, rientrando nei progetti culturali del 2018 Anno europeo del patrimonio culturale #EuropeForCulture  d'ora in poi potrà essere pubblicizzato con questo logo molto significativo.

Nell'autunno 2017 è stata inoltre realizzata una Guida delle spettacolo, con testi dei vari soggetti che hanno collaborato alla sua realizzazione. A cura di Caterina Liotti e Rosanna Pasi, la pubblicazione è uscita con l'editore Homeless ed è stata presentata a Modena in occasione della formazione docenti del 16 gennaio 2018. E' stata inoltre presentata a Faenza durante la Notte dei Licei, il 13 gennaio 2018, e al Salone del libro di Torino l'11 maggio 2018.

Lo spettacolo è frutto di un progetto del CDD, coprodotto e allestito da Federazione nazionale associazioni scuole di danza e Fondazione Teatro Comunale di Modena. L’iniziativa è stata realizzata in stretta sinergia con Comune di Modena, Ater, Fondazione nazionale della Danza/Aterballetto, Comitato comunale per la memoria e le celebrazioni, Istituto storico, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna.

Le musiche sono scelte e curate da Alessandro Baldrati, mentre le voci recitanti sono di Elina Nanna ed Enrico Vagnini; Eva Calanni è Educational Performer; la consulenza sui costumi storici è di Francesca Vandelli e le coreografie sono delle insegnanti delle scuole di danza: Talentho, LaCapriola, La Fenice, Officina Danza, Khorovodarte, Tersicore, New Dance di Jon B Polo

Lo spettacolo rientra tra le attività didattiche proposte a studentesse e studenti delle scuole superiori e medie di Modena e provincia nell'ambito del progetto #cittadine. I segni nella comunità e sulle città